Kovács Gergely alla festa di Santo Stefano: aggrappiamoci alla mano gli uni degli altri

22. agosto 2020, sabato

Per prevenire la diffusione della pandemia di coronavirus, la messa solenne del 20 agosto è stata celebrata all’interno della Basilica di Santo Stefano a Budapest (Ungheria) in un circolo ristretto, anziché nella piazza davanti alla basilica. È stato Kovács Gergely arcivescovo di Alba Iulia (Gyulafehérvár) a tenere l’omelia. Il celebrante principale della messa è stato il cardinale Erdő Péter che dopo liturgia di supplica per il popolo ungherese ha impartito una benedizione con la Reliquia della Sacra Destra.

Comunicato della CEU

4. giugno 2020, giovedì

Con l'entrata in vigore delle norme epidemiologiche, a seguito delle quali sono state revocate le limitazioni negli spostamenti, è possibile celebrare la liturgia pubblica in tutto il paese , risulta necessario modificare le disposizioni precedenti della Conferenza Episcopale Ungherese per la situazione attuale di pericolo.

Giornata di preghiera per l’umanità

13. maggio 2020, mercoledì

Il nostro mondo si trova di fronte ad un grande pericolo. La pandemia causata dalla diffusione del coronavirus minaccia la vita e il sostentamento di milioni. Non dobbiamo dimenticare che anche in questa situazione possiamo cercare e chiedere rifugio e protezione da Dio.

Il Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso in sintonia con quanto ha chiesto papa Francesco il 3 maggio e con l’iniziativa del Comitato per la Fratellanza Umana propone per giovedì 14 maggio 2020 una Giornata di preghiera per porre fine alla pandemia mondiale causata dal coronavirus invitando tutti i fedeli di ogni religione e ogni persona di buona volontà a parteciparne. In tale giornata condivisa e appoggiata anche dal Consiglio Ecumenico delle Chiese Ungheresi chiediamo i nostri fratelli e sorelle di unirsi spiritualmente a questa intenzione tramite preghiere, digiuno e opere della carità.

Communicato della CEU

4. maggio 2020, lunedì

La Conferenza Episcopale Ungherese è stata informata che nuove regole epidemiologiche entreranno in vigore, pertanto, a partire da lunedì 4 maggio 2020, modificando le disposizioni precedenti, attuerà quanto segue.

Communicato della CEU

18. marzo 2020, mercoledì

La Conferenza Episcopale Ungherese nella situazione attuale di pericolo dovuto all’epidemia del coronavirus in Ungheria guidato dallo spirito di responsabilità nei confronti dei fedeli a lei affidata dispone con il seguente decreto che rimane in vigore fino alla revoca salvo che il vescovo diocesano competente non dichiari diversamente.

Udienza al Presidente della Repubblica di Ungheria

14. febbraio 2020, venerdì

Il Santo Padre Francesco ha ricevuto oggi in Udienza S.E. il Sig. János Áder, Presidente della Repubblica d'Ungheria, il quale, successivamente, ha incontrato Sua Eminenza il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, accompagnato dal Rev.mo Mons. Mirosław Wachowski, Sotto-Segretario per i Rapporti con gli Stati.

Tutela della vita concepita - La Conferenza Episcopale Ungherese ha emesso una lettera pastorale

28. dicembre 2019, sabato

Nella sua lettera pastorale del 13 novembre intitolata Rinnovamento nell’amore, la Conferenza Episcopale Ungherese ha già affrontato l'importanza di tutelare la vita umana concepita, ma a causa dell'estrema attualità del tema, vorremmo ribadire la posizione della Chiesa nel riguardo. I vescovi nostri predecessori emisero una lettera pastorale il 12 settembre 1956, poiché in quel periodo fu resa possibile a livello legislativo l’interruzione provocata della gravidanza in Ungheria. Il linguaggio del documento di allora può sembrare arcaico, ma in termini di contenuto non ha perso la sua rilevanza.